Ven. Lug 1st, 2022

Sono partiti i lavori di illuminazione della Torre dell’Orologio comunale di Santa Maria a Vico, co-finanziati dalla Regione Campania nell’ambito delle ”iniziative A SOSTEGNO degli enti locali e degli enti gestori di beni monumentali diretti a garantire un’adeguata illuminazione ai monumenti” finanziati dalla Legge Regionale della Campania n. 27/2019. Il titolo del progetto è “TEMPO DI LUCE Illuminazione artistica con LED della Torre dell’Orologio del Complesso Monumentale Aragonese”. Il Sindaco Pirozzi spiega che “l’intervento prevede l’illuminazione della Torre dell’Orologio settecentesco ed ha come obiettivo la messa in luce del monumento, con la possibilità di restituire la sua capacità attrattiva come luogo di arte e memoria del passato”. Il progetto di restauro è stato condiviso e autorizzato dalla Soprintendenza ABAP di Caserta e Benevento.
L’architetto Mariano Nuzzo dichiara che “la facciata è caratterizzata da elementi architettonici realizzati in stucco e da un intonaco liscio tinteggiato a calce. Il progetto ha affrontato tematiche relative alla manutenzione e al restauro architettonico delle parti in avanzato stato di degrado. Gli intonaci verranno verificati e reintegrati solo dove necessario con malta di calce e pozzolana. Le pitture verranno ringranate dopo opportuni saggi. Seguirà una scialbatura di calce e pigmenti naturali data per successive velature secondo le indicazioni della DD.LL. in accordo con la locale Soprintendenza. Alla base della facciata verrà realizzato un canale drenante per assorbire l’umidità in eccesso. Verrà messo poi in opera un nuovo impianto elettrico e predisposto l’impianto di illuminazione della facciata e dell’interno.
Lo scopo dell’intervento è quello di conservare la preesistenza e creare legami con gli elementi architettonici urbani di piazza Aragona per ottenere un’identità urbana specifica in assonanza al paesaggio”.
La scelta degli apparecchi illuminanti tiene conto sia dei ‘fattori funzionali’ che di quelli ‘emozionali’. Le lampade che saranno utilizzate per l’illuminazione saranno a LED, con prestazioni sempre più alte e i costi di gestione ridotti. Le loro caratteristiche uniche – accensione immediata, alta efficienza, dimensione minima, lunga durata, prestazioni affidabili a basse temperature, buona resa cromatica e gestione del colore/dimmerazione – le rendono perfette per la maggior parte delle applicazioni.
Le lampade utilizzate saranno della line iGuzzini, top di gamma per le luci RGB che consentiranno anche la variazione di toni di colori alle luci in particolari circostanze e/o manifestazioni pubbliche. Le luci utilizzare consentiranno, inoltre, un basso inquinamento luminoso per l’uso di filtri e posizionamenti che limiteranno il fascio luminoso alle sole parteti.
Il cantiere tenderà a rispettare il luogo religioso e le attività commerciali presenti in piazza Aragona, confinando temporaneamente le aree di lavoro e liberando gli spazi necessari alle manovre di carico e scarico merce negli orari di esercizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.