Dom. Lug 14th, 2024

21 giugno duemila24, due nuove stelle brillano nel firmamento dell’amore: Roberta Greco (Caserta) e Mariano Laperuta (S. Maria a Vico). Al Duomo di Casertavecchia, trasformato per l’occasione in una serra di olezzanti fiori, hanno pronunciato il loro “sì” davanti a Dio e agli uomini. Il rito, officiato dal Parroco Don Antonello, è stato impreziosito da delicati ed emozionanti canti. Testimoni: Francesca Greco e Maria Teresa De Felice; Luca Nuzzo e Vincenzo Laperuta.

“Il cammino insieme sia illuminato dal Signore con gioia e serenità”, questi gli affettuosi auguri agli sposi Mariano e Roberta da parte dei parenti e amici. Ai genitori Filippo Laperuta ed Ersilia Nuzzo, Ubaldo Greco e Daniela Giaquinto, ai fratelli e sorelle Vincenzo e Francesca vivissime felicitazioni. Gli sposi hanno salutato tutti a Villa Paolina – Tenuta Alois – di Pontelatone. Simpatici e coinvolgenti momenti hanno coinvolto gli ospiti, in particolare quando lo sposo Mariano, con la chitarra, ha dedicato alla sposa Roberta il brano di Cesare Cremonini “Le sei e ventisei”. E poi ancora Mariano, con il suo gruppo musicale storico, ha ulteriormente arricchito l’evento, riscuotendo continui e scroscianti applausi dai presenti che hanno gradito la sorpresa.

“Con affetto gli auguri che lo scambio delle promesse sia una luce che eternamente illumini la Vostra relazione, portandovi pace e amore”, queste le parole del Team Farmacia Saccavino rivolte agli sposi, in particolare al Dott. Farmacista Mariano Laperuta, da anni parte integrante della grande famiglia Saccavino.

L’amore ha trionfato! E chi scrive, in qualità di Direttore Responsabile de “La Tribuna in rete”, unitamente alla Redazione, formula gli auguri che la vita coniugale realizzi tutti i sogni di Mariano e Roberta. Un grazie di vero cuore è dovuto alla cara amica Marilia per lo scatto professionale. Non solo. Con disinvoltura è riuscita ad immortalare uno di quei momenti caratteristici di una vera favola. La gioia stampata sul volto dei giovani sposi, in modo sublime, raggiunge la sua massima espressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *