Dom. Ago 7th, 2022

S. Maria a Vico

Un gruppo di affettuosi amici ricorda il personaggio “Teo”.

40 anni!

Durante la serata di sabato 25 giugno 2022, caratterizzata da canti, balli e musica popolare, un gruppo di amici ha voluto omaggiare Mimmo Campagnuolo per i 40 anni che, nella veste di “Teo”, ha dedicato alla sua cittadina. Sul palco il Maestro Fausto Morgillo ha sottolineato: “L’attuale manifestazione, vera e propria ricreazione culturale, affonda le sue radici a circa quarant’anni fa: era appunto quello il tempo in cui in questa piazza un giovanotto di belle speranze apriva un negozio di dischi, comprendendo con la sua forte sensibilità e acuto intuito che il ballo e la musica avrebbero segnato e inseguito i gusti, le esigenze e la vita delle persone di ogni età. Grazie a lui la musica coinvolgeva le piazze della cittadina nel tripudio collettivo, mentre si arricchiva di nuove idee e proposte organizzative, come per esempio il “Settembre a S. Maria a Vico”, suo vero fiore all’occhiello, ben presto copiato e diffuso nei territori limitrofi. Lo sgargiante elegantissimo “Teo”, seguendo naturalmente la sua inesauribile “verve” artistica a vasto raggio, si preoccupava altresì di organizzare concerti natalizi e cori gospel, portando alla ribalta gruppi strumentali classici e folkloristici per la delizia di ogni amante dell’arte. E poi da non trascurare l’impegno teso a promuovere i temi della Solidarietà, del civismo, della generosità, come ampiamente promossi dalle iniziative in favore dell’UNICEF e per la Ricerca sul Cancro. Insomma questo è quel giovanotto che già da 40 anni a questa parte offre a S. Maria a Vico la sua passione, il suo cuore e la sua intelligenza per una sana fantasiosa e affascinante ricreazione spirituale e culturale. A Mimmo Campagnuolo il nostro plauso e il nostro grazie affettuoso e caloroso nella convinzione che altre occasioni e momenti felici allieteranno i mesi e gli anni futuri”.

Anche Pina Vinciguerra e Renato De Lucia dal palco hanno avuto parole di elogio per “Teo” che ha allietato i bei tempi del “murillo ‘a parrocchia” con le sue novità musicali e per aver esordito come disc jockey nella prima discoteca sorta sull’intero territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.