Dom. Lug 14th, 2024

La Sala consiliare del Comune di Bellona gremita di alunni e rappresentanti della società civile.

Alle prime note della canzone della memoria “Gam Gam”, diventata un simbolo, uno degli “inni” più toccanti dell’olocausto che riguardò più di un milione e mezzo di bambini uccisi dai nazisti, un forte senso di commozione ha pervaso l’animo di tutti i presenti nell’accogliente, luminosa Sala consiliare del Comune di Bellona. Significativa la presenza delle classi dell’Istituto Comprensivo “D. Alighieri” e rappresentanze della società civile. Numerosi quadri con disegni e frasi inerenti al tema del convegno, realizzati dagli alunni e sistemati lungo le pareti della Sala, hanno evidenziato la sentita partecipazione.

La lettura del quarto versetto del Salmo 23: “Anche se andassi nella valle oscura, non temerei alcun male, perché tu sei sempre con me; perché tu sei il mio bastone, il mio supporto, con te io mi sento tranquillo”, ha emozionato anche chi scrive in qualità di moderatore. 

Prima di dare inizio alla cerimonia, sono stati espressi doverosi saluti ai presenti e ai componenti del tavolo di presidenza: l’Assessore alla Pubblica Istruzione Prof.ssa Laura Norcia; l’Assessore alle Politiche Giovanili Prof.ssa Concetta Salerno; la prof.ssa Valeria Fusco, Presidente Associazione nazionale famiglie italiane martiri di Bellona; il Parroco don Francesco Zarrillo e il Comandante Stazione Carabinieri Vitulazio Crescenzo Iannarella. A seguire, è stato evidenziato che sono trascorsi 78anni dal 27 gennaio 1945, e il mondo si ferma per ricordare la più grande tragedia umana della storia, per celebrare il giorno della memoria e il Sindaco Giovanni Sarcinella e tutta l’Amministrazione comunale di Bellona, con esemplare sensibilità hanno risposto: “Presente!”.

Per la buona riuscita della manifestazione è stata preziosa la collaborazione dell’Istituto comprensivo “D. Alighieri” di cui è Dirigente la Prof.ssa Paola Vitolo.

Il primo cittadino Sarcinella e la Dirigente Scolastica Vitolo hanno sottolineato la necessità della memoria di quei terribili, tragici orrori quali furono la shoah, e il dovere di educare le presenti generazioni ai valori umani e civili che la Costituzione proclama e tutela. Il Sindaco Giovanni Sarcinella ha così concluso il suo intervento: “…mi piace ricordare una toccante frase di Primo Levi che dice: l’Olocausto è una pagina del libro dell’umanità da cui non dovremmo mai togliere il segnalibro della memoria”. A seguire l’intervento del Relatore Preside Emerito Mario Guida che ha intrattenuto l’attento uditorio con una appassionata relazione e poi ha risposto a diverse e interessanti domande degli studenti. Altrettanto profonde e significative le parole del Comandante CC. Iannarella e del dinamico Parroco don Francesco. La premiazione di tre studentesse, che pubblichiamo a parte, i saluti finali e i ringraziamenti a tutti per la cordiale e sentita partecipazione da parte del Sindaco Giovanni Sarcinella hanno concluso la Commemorazione della SHOAH.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *